Conoscere gli spaghetti giapponesi

Un tempo se si voleva cucinare a casa una ricetta di soba, udon o qualsiasi altro tipo di noodles si doveva scegliere un negozio specializzato, molto spesso lontano molti chilometri da casa. Fortunatamente non è più così e questi noodles sono diventati molto popolari, quindi li puoi trovare nei supermercati, nei negozietti asiatici di zona o li puoi ricevere comodamente a casa tua.
 www.sushi-sushi.it è il migliore! 

Ecco una guida rapida ai diversi tipi di noodles.
Noodles giapponesi

Soba - sono spaghetti giapponesi di colore scuro, perché contengono una parte di farina di grano saraceno. Hanno un'aroma di nocciola piuttosto marcato. La gran parte della soba presente sul mercato giapponese viene prodotta, oltre al grano saraceno anche con una percentuale più o meno alta di farina di grano, il che significa che non sono privi di glutine. 
La Soba da noi non ha ancora la fama che ha ottenuto in Giappone dove è unica protagonista di molti ristoranti specializzati che la servono sia in zuppe calde (kake soba), che come zaru soba, fredda con sopra striscette di alghe nori, su una stuoietta di bambù, da intingere con le bacchette nello tsuyu, lo speciale brodo di salsa di soia, mirin, alga konbu o fiocchi di tonnetto essiccato. Nello tsuyu si scioglie la dose preferita di wasabi e di erba cipollina e vi si inzuppa la soba prima di mangiarla.
Altra versione è il tensoba che accompagna la soba, calda o fredda, con un piatto di tempura vegetale e gamberi. I menù dei ristoranti di soba presentano dei ricchi menù e, l'estate, anche il chasoba, gli spaghetti verdi che hanno nell'impasto anche té verde in polvere.
Soba noodles giapponesi
I ristoranti più tradizionali custodiscono come un segreto la loro peculiare ricetta soba, fatta in casa, ciò che gli procura una affezionata clientela.
La soba, ovvero il grano saraceno, ha in Giappone la reputazione non solo di essere buona ma anche di avere effetti benefici sul sistema digestivo e sulla pressione sanguigna, grazie al suo contenuto di fibre, di vitamina B1 e B2, proteine e della rutina, usata anche in alcuni medicinali.
Si presta al rito che conclude il pranzo di soba in Giappone. L'oste porta a tavola l'acqua di bollitura della soba, in cui sono presenti le sostanze nutritive disperse durante la cottura, e la versa, ancora calda, nella ciotola ormai semivuota dello tsuyu perché la si beva.
Il Sobayu, letteralmente acqua di grano saraceno, oltre ad essere buono, è considerato una sorta di digestivo naturale.


Udon - sono spessi spaghettoni di farina di frumento, sono più grossi della soba e hanno una caratteristica consistenza gommosa, e generalmente sono migliori quando si trovano freschi. L'udon secco è buono, ma la consistenza è diversa. Per i giapponesi la consistenza gommosa è un valore L'Udon ha un sapore neutro, quindi è una buona scelta per piatti dal sapore forte, caldi o freddi vengono serviti in una ampia gamma di ricette.
Udon spaghettoni giapponesi
Zaru udon - vengono serviti freddi esattamente come la soba, kake udon sono spaghettoni in brodo, conditi solo con cipollina fresca.
Tanuki udon - sono spaghettoni in zuppa conditi con gocce di tempura avanzate dalla frittura o pronte aromatizzate (tenkasu).
L'Udon Kitsune - servito in un brodo bollente con frutta secca, sottili fogli di tofu fritto, posto sopra gli spaghetti di udon.  Tsukimi Udon (Vista sulla Luna) - come la sua controparte soba, viene aperto un uovo crudo sopra gli spaghetti, che ha lo scopo di somigliare alla luna nel cielo.
Udon Tempura - viene solitamente servito in un brodo caldo con i pezzi di tempura posti sopra i noodles. A volte, la tempura viene posta su un piatto separato accanto alla ciotola o al vassoio di spaghetti.


Ramen - l'aspetto chiave del ramen sono gli spaghetti, che sono fatti di grano e sono disponibili in molti tipi diversi. I tipici spaghetti Ramen sono lunghi ed elastici, ma esistono innumerevoli varietà che variano da sottili e dritti a spessi e ondulati. Alcuni ramen-ya ti permettono di personalizzare il tuo ordine di spaghetto in una certa misura, ad esempio permettendoti di selezionare uno spessore (sottile, regolare o spesso) o una cottura (regolare o sodo).
Ramen è un piatto di spaghetti in zuppa che è stato originariamente importato dalla Cina ed è diventato uno dei piatti più popolari in Giappone negli ultimi decenni. I ramen sono poco costosi e ampiamente disponibili, due fattori che li rendono anche un'opzione ideale per i viaggiatori in economia. I ristoranti Ramen, o ramen-ya, si trovano praticamente in ogni angolo del paese e producono innumerevoli varianti regionali di questo piatto di noodle.
I ramen sono generalmente classificati in base alla loro base di zuppa, sebbene le variazioni che combinano le diverse basi non siano rare. I principali tipi di zuppa sono:
Shoyu (salsa di soia)
La zuppa di Ramen Shoyu è un brodo chiaro e marrone aromatizzato con salsa di soia (shoyu). La zuppa di solito è fatta di brodo di pollo, ma spesso contiene altre carni come carne di maiale, manzo o pesce a seconda della regione. Il ramen Shoyu è il tipo di ramen più comune ed è solitamente quello che viene servito quando il menu non specifica un tipo specifico di zuppa.
Miso (pasta di soia)
La zuppa Ramen Miso si insaporisce con la pasta di soia (miso), dando origine a una zuppa densa e marrone dal sapore ricco e complesso. Lo stile è nato a Hokkaido, dove i lunghi inverni freddi hanno stimolato la necessità di un tipo più corposo di zuppa di ramen, ma si è diffuso al punto in cui può essere trovato praticamente ovunque in Giappone.
Tonkotsu (osso di maiale)
Particolarmente popolare intorno a Kyushu, il ramen tonkotsu è fatto con ossa di maiale che sono state bollite fino a quando non si sono sciolte in un brodo bianco torbido. La zuppa densa e cremosa è spesso aromatizzata con brodo di pollo e grasso di maiale.


Somen – viene  prodotto con tre ingredienti semplici: farina, sale e acqua. La farina viene impastata con acqua salata per creare un impasto. L'impasto lavorato bene viene appiattito e stirato usando un mattarello, tagliato a strisce di 2 centimetri e ritorto a forma di corda e poi riposto in una vaschetta. Somen spaghettini fini

Le corde di pasta vengono tirate, spazzolate con olio vegetale, quindi lasciate nuovamente riposare. posizionati su uno strumento di allungamento e tirati. I noodles più sottili vengono quindi avvolti attorno a due barre in una forma a otto. Questi vengono riallungati e lasciati riposare, nuovamente tirati e lasciati riposare Questo processo di riposo e allungamento li rende sodi e gommosi. Il processo di essiccazione è seguito al sole. I noodles vengono appesi a una macchina per l'asciugatura che assomigliano a pali di lavaggio alti più di 6 metri. Le barre simili a bastoncini separano i noodles per impedire che si attacchino insieme mentre si asciugano.

Somen produzione

I noodles completamente essiccati vengono quindi tagliati con un coltello e divisi in piccole fascine avvolti da un anello di carta. 

A questo punto chi non vorrebbe una ciotola di somen fatti in questo modo in una calda giornata estiva?
Allora fai bollire una generosa quantità di spaghettini somen e adagiali su un piatto di vetro, quindi aggiungi qualche cubetto di ghiaccio. Prepara la salsa e i condimenti preferiti come lo zenzero tritato e la cipollina verde, e il tuo pasto è pronto. I somen freddi stuzzicano l'appetito anche nel caldo dell'estate.
La cottura richiede da un minuto e mezzo a due minuti al massimo.

Ci sono tre modi per consumare i somen noodles: con il mentsuyu, che viene usato come salsa di immersione per pasta fredda e tempura, kake-tsuyu che è per i noodles caldi, e il terzo modo per aromatizzare ricette tradizionali giapponesi come oden, sukiyaki o nimono (piatto bollito).
La salsa di immersione per noodles freddi come somen, udon, soba e ramen, andrà diluita con meno acqua poiché ne verrà aggiunta ogni volta che si immergeranno nella ciotolina gli spaghetti ancora bagnati egocciolanti. Con i noodles piccanti caldi, puoi aggiungere più acqua in modo che la zuppa non sia troppo salata.

Somen caldi
Alcune salse per noodles si presentano in una bottiglia pronte da utilizzare. I tipi di brodo liquidi sono generalmente concentrati, è necessario diluirlo con acqua. È inoltre possibile fare il brodo di immersione dal dado in polvere dashi. Avrai bisogno di mescolare salsa di soia e un po’ d'acqua.

Nagashi somen
Curiosità: nelle prefetture di Miyazaki e Kagoshima, si usa mangiare il nagashi somen. Questo modo originale di consumare i somen nacque dopo la Seconda Guerra Mondiale. I noodles vengono fatti cadere nell'acqua corrente fredda che scorre all’interno di una canna di bambù. I noodles vengono colti al volo con le bacchette e immersi in una salsa. Il nagashi somen è un modo di condivisione di questo cibo con la famiglia o con amici in una calda giornata estiva.